Violazioni Normativa Antitrust

Azioni di risarcimento del danno fondate su una violazione della normativa antitrust da parte delle imprese

E' stata recepita anche in Italia, con il Decreto Legislativo n. 3/2017, la normativa comunitaria (Direttiva 2014/104/UE) relativa alle azioni di risarcimento del danno fondate su una violazione, da parte delle imprese, della normativa antitrust.

Il Decreto prevede il diritto al risarcimento del danno per chiunque abbia subito un illecito antitrust da parte di un’impresa (o associazione di imprese).
Le regole stabilite dalla normativa si applicano anche alle azioni di risarcimento del danno antitrust derivante dalle c.d. class action ai sensi dell’articolo 140-bis del Codice del Consumo

In materia di prove, il Decreto le distingue in:

  • a) aventi ad oggetto proposte transattive o dichiarazioni legate a programmi di clemenza (prove che non possono mai essere esibite);
  • b) informazioni rese o redatte durante il procedimento – proposte transattive revocate (prove che possono essere esibite solo dopo la definizione del procedimento davanti all’AGCM, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato);
  • c) prove che possono essere sempre esibite, anche prima della conclusione del procedimento.

Il programma di clemenza è uno strumento "premiale" introdotto dal legislatore nel 2006 per le imprese che denunciano i cartelli ai quali partecipano: nei confronti di tali imprese l’Antitrust può decidere di non imporre la sanzione prevista o di ridurla, in base alla tempestività e alla qualità delle informazioni fornite.
Per "cartelli" si intendono quelle intese, spesso segrete e quindi difficili da individuare, che fissano prezzi di acquisto o di vendita, limitano la produzione o le vendite, o ripartiscono i mercati tra le imprese, limitando così fortemente la concorrenza e danneggiando i consumatori.

Nel caso di inadempimento all’ordine di esibizione delle prove, il giudice può applicare delle sanzioni amministrative pecuniarie e considerare provati i fatti cui le prove si riferiscono.

Il Decreto prevede che l’accertamento di un illecito effettuato dall’AGCM e divenuto definitivo (decisione non più impugnabile o sentenza passata in giudicato) abbia un’efficacia vincolante per il giudice e nei confronti dell’autore.
Chi richiede il risarcimento del danno è tenuto a dimostrarne l'esistenza ed il nesso causale tra lo stesso e l'illecito antitrust.
In presenza dell'esistenza di un “cartello” l’esistenza del danno è presunta, salva la prova contraria.

Resta il termine di prescrizione quinquennale dell’azione, ma il Decreto chiarisce che esso decorre dal momento in cui, cessata la violazione, l’attore sia a conoscenza dell’illegittimità della stessa, del fatto che la condotta gli abbia arrecato un danno e dell’identità dell’autore che ha posto in essere la condotta lesiva.
Qualora siano in corso un’indagine o un’istruttoria da parte dell’AGCM, il termine di prescrizione resta sospeso fino al tempo massimo di un anno dopo la decisione definitiva.


Il Decreto disciplina anche i criteri di quantificazione del danno, la composizione consensuale delle controversie (che può dar luogo ad una sospensione del procedimento fino a due anni) e la responsabilità solidale delle imprese (salve le deroghe per le PMI e i partecipanti ad un programma di clemenza).

La competenza per le azioni di risarcimento è riservata soltanto alle Sezioni Specializzate dei Tribunali di Milano per il Nord Italia, di Roma per il Centro e Napoli per il Sud.

Giambrocono & C. S.p.A.

Fondata nel 1921, da oltre novant'anni ci occupiamo di Marchi, Brevetti, Design, Diritti d'Autore, riassegnazione nomi a dominio e consulenze tecniche di parte.
Operiamo con oltre 70 collaboratori in tre uffici e possiamo considerarci uno dei maggiori studi di consulenza italiani in Proprietà Industriale.
Grazie ad una rete di corrispondenti ben collaudati siamo in grado di operare in qualsiasi paese del mondo.

Connet With Us   

Sede Principale

Indirizzo: via Rosolino Pilo 19/B - 20129 Milano
Tel: (+39) 02 29404751
Fax: (+39) 02 29404531
Website:  www.giambrocono.com
Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Privacy e Cookies

Giambrocono & C. S.p.A.
Sede Legale: Via Rosolino Pilo, 19/b - 20129 Milano
Partita IVA 01698140157
Capitale sociale 1.000.000 euro i.v.
Codice Fiscale e numero iscrizione CCIAA-MI 01698140157 REA MI 872506

POLIZZA DI ASSICURAZIONE PER LA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE
Polizza assicurativa #109H5277 Zurich Insurance €3.600.000

PRIVACY

Questo sito utilizza cookie.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy facendo click sul pulsante "DETTAGLI"