BREXIT - AGGIORNAMENTI RELATIVI AI MARCHI DELL'UNIONE EUROPEA

Dopo il voto contrario del Parlamento britannico sull'accordo di transizione che avrebbe visto il Regno Unito lasciare l'Unione europea il 30 dicembre 2020 e l'avvicinarsi della soluzione "No Deal" della questione, il divorzio del Regno Unito dalla UE è fissato per venerdì 29 marzo 2019, alle ore 23.

E' ormai decisamente raccomandabile, per chi abbia interessi su un marchio in Europa, Gran Bretagna inclusa, considerare il deposito di nuovi marchi mediante un doppio binario, sia comunitario che nazionale inglese.

In ogni caso, nell'ottica di porre in essere i meccanismi necessari per cercare di garantire una continuità di tutela nel Regno Unito per i diritti di proprietà intellettuale validi a livello comunitario, conservando per quanto possibile i principi di armonizzazione delle normative nazionali con quelle della Comunità Europea, attualmente le conseguenze della Brexit sui marchi presenti sul registro comunitario prevedono quanto segue:

- se il marchio comunitario al momento della Brexit sarà ancora pendente (cioè in fase di domanda, incluse le domande già pubblicate) ci sarà la possibilità di ridepositarlo come marchio nazionale britannico entro 9 mesi dalla data della Brexit, mediante il pagamento delle tasse ufficiali di deposito: la nuova domanda nazionale sarà sottoposta all'esame di rito da parte dell'Ufficio Marchio britannico, come avviene per qualsiasi nuova domanda nazionale. La data di deposito nazionale in UK corrisponderà a quella del deposito nella UE;

- se invece il marchio comunitario al momento della Brexit risulta già registrato, sarà automaticamente "importato" come registrazione nazionale nel Registro britannico, senza la necessità di presentare richieste specifiche da parte del titolare e senza costi per quest'ultimo.

Nel processo di Brexit non sarà coinvolto il diritto di priorità, che potrà continuare ad essere rivendicato in sede comunitaria sulla base di un marchio depositato nel Regno Unito, nè la tutela del diritto d’autore, che non dovrebbe subire variazioni sostanziali.

D'altra parte, invece, le infrazioni relative ad un marchio comunitario commesse prima della data della Brexit saranno esecutive in Gran Bretagna ma ad esse sarà applicata la normativa britannica in materia.

Inoltre, mentre le misure adottate dai tribunali britannici in relazione a questioni di marchio non avranno effetto nel territorio della Comunità Europea, le controversie relative a marchi comunitari che interessano soggetti con sede in UK dovranno essere risolte dalle Corti specializzate dei marchi UE.

A livello doganale, a partire dal 30 marzo 2019 le autorità preposte cesseranno di applicare al Regno Unito le norme comunitarie in materia di tutela dei diritti di proprietà intellettuale, ciò comportando che i titolari di un marchio comunitario non potranno più chiedere alle autorità doganali britanniche di verificare se merci sospette violino i loro diritti di marchio e di bloccarne quindi l'ingresso sul territorio locale.

Non sembrano poi essere stati previsti automatismi nella tutela che interessa le indicazioni geografiche: sembra cioè che dopo la Brexit le registrazioni comunitarie di indicazioni geografiche non avranno più riconoscimento in Gran Bretagna, dove entrerà in vigore un nuovo sistema di tutela nazionale con una nuova procedura di registrazione, che però è ancora da istituire.

Giambrocono & C. S.p.A.

Fondata nel 1921, da oltre novant'anni ci occupiamo di Marchi, Brevetti, Design, Diritti d'Autore, riassegnazione nomi a dominio e consulenze tecniche di parte.
Operiamo con oltre 70 collaboratori in tre uffici e possiamo considerarci uno dei maggiori studi di consulenza italiani in Proprietà Industriale.
Grazie ad una rete di corrispondenti ben collaudati siamo in grado di operare in qualsiasi paese del mondo.

Connet With Us   

Sede Principale

Indirizzo: via Rosolino Pilo 19/B - 20129 Milano
Tel: (+39) 02 29404751
Fax: (+39) 02 29404531
Website:  www.giambrocono.com
Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Privacy e Cookies

Giambrocono & C. S.p.A.
Sede Legale: Via Rosolino Pilo, 19/b - 20129 Milano
Partita IVA 01698140157
Cod. Destinatario (Codice ODA): SUBM70N
Capitale sociale 1.000.000 euro i.v.
Codice Fiscale e numero iscrizione CCIAA-MI 01698140157 REA MI 872506

POLIZZA DI ASSICURAZIONE PER LA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE
Polizza assicurativa #109H5277 Zurich Insurance €3.600.000

PRIVACY POLICY

COOKIES POLICY

Questo sito utilizza cookie.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più vai alla sezione Cookies Policy facendo click sul pulsante "DETTAGLI"